Aisin Toyota
Tecno Casa Climatizzazione

Position Paper Pompe di calore a gas

01/08/2017

Clicca qui per scaricare il documento a sostegno della tecnologia GHP redatto da Tecnocasa Climatizzazione, Maya, Panasonic, Robur, 2i Rete Gas, Italgas, Snam, Climgas, Politecnico di Milano ed inviato ai Ministri Galletti (Ambiente) e Calenda (Sviluppo Economico) come contributo alla Strategia Energetica Nazionale.

Comunicato stampa Position Paper pompe di calore a gas

28/07/2017

Clicca qui per leggere l'articolo

IV RAPPORTO EFFICIENZA ENERGETICA

07/07/2017

Il documento, frutto del lavoro di una task force di Confidustria, rivela che per ogni € investito si avrebbe un ritorno di 1,5 €.
Nel rapporto si parla diffusamente anche del contributo che pompe di calore a gas (pagg. 31-32-33-34) e microcogenerazione (pag. 131) possono dare alla causa dell'efficienza energetica.
Per scaricare il documento clicca qui


LE GHP SODDISFANO I REQUISITI PER L'ACCESSO AL CONTO TERMICO 2.0

21/09/2016



GHP: CLASSE ENERGETICA A+

15/09/2016



Quanto puoi risparmiare con un microcogeneratore?

11/09/2014

Clicca qui per scaricare il programma che ti permette di calcolare il risparmio realizzabile utilizzando un microcogeneratore

Ignora collegamentiHome Page > Prodotti > Pompe di calore

ghp - pompe di calore a gas:
la potenza della climatizzazione

La Pompa di Calore a Gas (GHP) sfrutta l’energia pulita ed economica del gas naturale o del GPL per la climatizzazione sia invernale che estiva degli spazi abitabili di qualsiasi tipo e dimensione (abitazioni, uffici, alberghi, laboratori, ecc.). Grazie all’utilizzo diretto dell’energia primaria del gas attraverso il motore endotermico appositamente realizzato, che assicura efficienza ed affidabilità, è possibile ridurre significativamente i costi di gestione. Inoltre, grazie al recupero di calore dai fumi di scarico e dal motore stesso è possibile avere calda sanitaria senza incrementare consumi e emissioni di CO2. La disponibilità di una ampia e completa gamma di unità interne e di controlli, di facile installazione, soddisfa ogni tipo di esigenza. Potendo riutilizzare le tubazioni esistenti, questo sistema è facilmente applicabile anche nella sostituzione di vecchi impianti.

vantaggi

1. elevata prestazione stagionale: SPF

i nuovi compressori di tipo "scroll" a capacità variabile, caratteristica unica della tecnologia AISIN, consentono un aumento dell'efficienza complessiva delle GHP. Rispetto ai modelli precedenti, a parità di portata di gas refrigerante elaborata, quindi di potenza resa, la velocità del motore è ridotta su tutto l'arco di funzionamento.
 

2. recupero totale dell'Energia

L' energia termica residua del motore endotermico e dei gas esausti della GHP può essere utilizzata per implementare i servizi di climatizzazione invernale, produzione di acqua calda sanitaria o per il post riscaldamento di un'unità di trattamento aria, con ulteriore abbattimento dei costi di gestione.


3. utilizzo energia rinnovabile dell'Aria

Lo sviluppo delle energia rinnovabili, l'incremento di efficienza energetica e la riduzione delle emissioni inquinanti sono gli obiettivi definiti dagli accordi internazionali. In questo scenario le GHP giocano un ruolo da assolute protagoniste, prelevando fino al 75% di energia rinnovabile dall'aria durante il normale funzionamento. Inoltre la presenza del motore endotermico e la condensazione dei gas esausti assicurano un ulteriore contributo gratuito alla produzione di energia termica.


4. riduzione emissioni cO2

Ogni GHP consente di ridurre l'impatto ambientale del 40%, ovvero 17 ton. di CO2, rispetto ad un sistema tradizionale di pari potenza. In un anno, le unità fino installate in Europa, totalizzano un risparmio di circa 68.000 ton. di CO2.


5. aumento classe energetica dell'Edificio

Costruire edifici efficienti, caratterizzati da classi energetiche elevate, costituisce oggi un punto di partenza per una buona progettazione. L'installazione di una GHP al posto dei sistemi convenzionali consente, nella maggior parte dei casi, di incrementare la classe energetica dell'edificio senza ulteriori interventi sulla struttura. In questo modo il fabbisogno di energia primaria si riduce sensibilmente, il valore dell'immobile aumenta, i costi di gestione diminuiscono.
 

                              6. Risparmio costi di gestione

La GHP consente da sempre di abbattere i costi di gestione rispetto agli usuali sistemi di generazione termica, sfruttando il calore del motore e dei gas di scarico ed il contributo rinnovabile dell'aria. Inoltre, l'uso del motore endotermico permette di ridurre del 90% il fabbisogno elettrico, rispetto ad un'equivalente pompa di calore EHP, limitando l'impegno elettricoad una economica utenza monofase invece che ad una costosa cabina elettrica dedicata.

                             
                              7. sistema "combination multi" VRF o AWS Twin

La gamma di potenza delle GHP si amplia grazie ai sistemi multi unità "Combination Multi" per VRF e AWS Twin per impianti ad acqua. L'adozione di due unità esterne, anche con capacità diversa, viene combinata su un unico circuito fino alla potenza massima di 50 HP (142 kWfrig). In più è disponibile un'opzione di backup per cui in caso di anomalia di una delle due unità esterne, l'altra continua ad erogare potenza alle unità interne o all'AWS Twin. Ideale per impianti di grandi dimensioni, permette di ridurre notevolmente i costi di installazione.


                              8. modulante anche in versione idronica

La GHP serie Econferma un'importantissima novità per i sistemi ad acqua: la possibilità di modulare, abbandonando il superato funzionamento on/off. Con il modulo idronico AWS infatti, le prestazioni del sistema aumentano notevolmente ai carichi parziali e le variazioni di temperatura dell'acqua diventano trascurabili. In più, il quantitativo di acqua necessario nell'impianto si riduce significativamente, rendendo spesso superflua l'installazione di un volano temico aggiuntivo.
 

                              9. nessun bisogno di integrazione

Ogni GHP mantiene le prestazioni nominali anche a temperature esterne molto basse. uno scambiatore didicato consente di trasferire il calore recuperato dal motore e dagli esausti al circuito frigorifero, conservandone le rese e riducendo, se non addirittura eliminando, eventuali cicli di sbrinamento. La temperatura bivalente (potenza resa dal generatore uguale al carico termico del'edificio) si riduce significativamente rispetto alle comuni pompe di calore elettriche e permette di evitare l'installazione di sistemi di integrazione o di sovrastimare le potenze.
 

                              10. affidabilità tOYOTA

Le GHP sono da sempre equipaggiate con motori appositamente sviluppati nei centri Ricerca e Sviluppo TOYOTA. La rumorosità è limitata grazie all'utilizzo di supporti antivibranti polimerici tra telaio e parti in movimento. tra le peculiarità del propulsore spiccano bassi valori di potenza specifica (massimo 25 HP per una cilindrata di 2.000 cc) e velocità di funzionamento limitate (intervallo 600 - 3.000 giri/min.) a tutto vantaggio della vita utile riscontrata in oltre 40.000 ore. La manutenzione ordinaria, ovvero il semplice rabbocco dell'olio motore, la sostituzione di filtri, cinghie compressori e candele, è prevista ogni 10.000 ore di funzionamento (o 5 anni), mentre la sostituzione completa dell'olio motore avviene solo al raggiungimento delle 30.000 ore.

 

efficienza

Fino ad oggi l'efficienza delle pompe di calore è stata valutata mediante l'uso di coefficienti COP (Coefficient Of Performance) in riscaldamento ed EER ( Energy Efficieny Ratio) in raffreddamento; in particolare, nel caso di pompe di calore alimentate a gas, l'efficienza è stata valutata con il paramentro GUE (Gas Utilisation efficiency). si tratta però di parametri di scarsa affidabilità per la valutazione delle prestazioni, inquanto riferiti a misure di una singola condizione di funzionamento (carico nominale, temperatura interna ed esterna ed umidità fisse): il paramentro SPF (Seasonal Performance Factor) è quindi stato introdotto per tenere conto delle reali e diverse condizioni di funzionamento della pompa di calore, sia in riscaldamento che in raffreddamento, nell'arco dell'intera stagione (in particolare al variare della temperatura esterna).
Anche se ogni nazione utilizza un diverso metodo di calcolo delle prestazioni stagionali, l'uso di algoritmi climatici medi statistici, ovvero un'ampia gamma di temperature, ciscuna con un proprio peso percentuale sul valore medio finale, consente una caratterizzazione verosimile del comportamento di una pompa di calore.

In Europa, sono state introdotte le definizioni univoche dei coefficienti SPER (Seasonal Primary Energy ratio), SCOP (Seasonal COP) e SEER (Seasonal EER), nonché le procedure di calcolo degli stessi e le prescrizioni per l'esecuzione dei test di verifica in laboratorio.
per eseguire analisi uniformi, sono stati introdotti opportuni fattori di conversione per poter comparare il coefficiente SPER, calcolato sul consumo di energia primaria, con i coefficienti SCOP e SEER, calcolati invece sul consumo elettrico.
la Direttiva ErP (direttiva quadro che determina i requisiti di ecocompatibilità per tutti i sitemi che utilizzano energia), introduce una classificiazione dei prodotti basata sulla loro prestazione energetica stagionale, dotandoli di opportuna etichetta energetica. tale metodologia facilita la compresione del livello di efficienza da parte dell'utente.La Direttiva introduce inoltre le prestazioni minime che i suddetti prodotti devono garantire per poter essere commercializzati.

Confrontare la resa di due pompe di calore basandosi solo sui paramentri GUE, COP ed EER può non essere sufficiente per valutare le reali prestazioni delle unità. apparecchi con valori analoghi di GUE, COP e EER possono mostrare grandi differenze quando si valutano i coefficienti stagionali SPER, SCOP eSEER.
In particolare, a GUE, COP e EER migliori non sempre corrispondono valori più elevati di SPER, SCOP e SEER.





Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa